Caricamento Eventi

PROGRAMMA
Dalla costa ai paesi dell’interno, fra cultura, archeologia, musei, mare, montagna e pianure verdeggianti, la Sardegna si conferma luogo di memorie, panorami ricchi di poesia, aspre realtà e sapori autentici. Un itinerario pensato per conoscere, oltre il noto paesaggio, l’aspetto culturale, le tradizioni e i luoghi più inaspettati di questa meravigliosa terra.

Giovedì 13 aprile 2017
Ritrovo all’aeroporto di Torino Caselle e partenza con il volo Alitalia delle 10,25. Arrivo a Cagliari via Roma Fiumicino alle 14,10. Trasferimento in bus privato all’hotel Regina Margherita 4* situato nel centro di Cagliari.

Nel pomeriggio incontro con la guida archeologo locale e visita ai quartieri storici della città di CAGLIARI. Dopo aver ammirato lo splendido municipio realizzato in stile liberty ad inizi novecento, e la centrale Piazza Yenne, entrambi a brevissima distanza dal porto, la nostra visita nella città, sarà incentrata soprattutto sul suo più importante quartiere storico, quello di Castello. Posizionato nella parte più alta della città, dalla quale è possibile godere di un ampio panorama su tutto il golfo di Cagliari, esso conserva i monumenti e i palazzi più caratteristici dei periodi e delle culture che si sono succedute in Sardegna dalla Repubblica di Pisa fino ai Savoia. Visiteremo infatti la cattedrale di Santa Maria (patrona di tutti i Sardi) realizzata attorno al XIII secolo e abbellita con una facciata di bianco calcare in stile romanico. Vedremo poi le due torri simbolo della città: quella di San Pancrazio e dell’Elefante, entrambe costruite nella prima metà del ‘200.
Non mancherà una visita al Museo Archeologico Nazionale di Cagliari. Per vastità di reperti e numero di visitatori, il Museo Archeologico di Cagliari è in assoluto il più importante della Sardegna e tra i più importanti in Italia. Suddiviso in ben quattro piani, espone i reperti più antichi, importanti e significativi delle civiltà che hanno abitato l’isola, dal Paleolitico fino al Medioevo.
Grande risalto è dato agli oggetti della Civiltà Nuragica come i famosi bronzetti ma soprattutto i giganti di pietra di Mont’e Prama il cui maggior numero e migliori esemplari sono qui esposti nell’ultimo piano interamente a loro dedicato.

Rientro in hotel per la cena di benvenuto. Pernottamento.

Venerdì 14 aprile 2017
Partenza in bus privato in direzione nord passando per la laguna di Cagliari per ammirare il panorama costellato dai famosi fenicotteri rosa, abitanti della Riserva di Molentargius.

Ci inoltreremo nella Sardegna centrale per visitare il Nuraghe Losa di Abbasanta, uno dei nuraghi più importanti della Sardegna per grandezza e stato di conservazione. È stato uno dei primi monumenti ad essere portato in luce già alla fine dell’800. È un nuraghe di tipo complesso e conserva intatte 4 torri che superano un’altezza di 13 metri. Proseguiremo con la visita alla tomba dei giganti di Imbertighe a Borore. Le tombe dei giganti sono i sepolcri megalitici di età nuragica. Nello specifico quella di Imbertighe conserva la stele centinata più alta (circa 4 metri di altezza) e meglio conservata di tutta la Sardegna.

Per il pranzo gusteremo un menù tradizionale presso un agriturismo lungo il percorso.

Nel pomeriggio visiteremo il pozzo sacro nuragico di Santa Cristina a Paulilatino, il più maestoso esempio di tempio dedicato al culto delle acque di età nuragica realizzato attorno al XV secolo a.C. con conci di basalto perfettamente squadrati e la Basilica di Santa Giusta, uno dei migliori esempi di architettura romanica di tutta l’isola realizzata attorno al 1200.

Al termine delle visite trasferimento all’Albergo Diffuso Aquae Sinis 4*, un hotel di charme immerso nella cittadina di Cabras le cui camere sono ricavate dalle vecchie abitazioni locali e sono parte di un centro abitato e ben integrate nella realtà locale.

Cena in hotel e pernottamento.

Sabato 15 aprile 2017
Visita del sito archeologico di Tharros le cui rovine sono posizionate in uno dei golfi più belli e affascinanti di tutta l’isola. La città venne fondata in epoca punica attorno al V secolo a.C. e ancora oggi è possibile ammirare il sistema stradale interno, alcune abitazioni, templi e resti di terme di epoca romana. A breve distanza dal sito, vedremo inoltre la chiesa paleocristiana di San Giovanni di Sinis e una capanna in giunco del villaggio dei pescatori.

Prima di dirigerci in direzione nord, visiteremo il Villaggio sacro e l’ipogeo romano e paleocristiano di San Salvatore-Cabras. La chiesa di San Salvatore nasconde al suo interno uno splendido ipogeo utilizzato già in età nuragica per il culto delle acque che divenne in età romana un tempio dedicato ad Ercules, Venus e Mars. Di questa sacralizzazione permangono alcune splendide pitture.
Proseguimento per BOSA lungo la costa, soffermandoci per ammirare alcuni paesaggi di questo spettacolare tratto di costa.
Pranzo libero lungo il percorso.
Nel pomeriggio visita della cittadina di Bosa. Abitata fin dall’epoca fenicia e poi colonizzata dai romani, Bosa sorge nella valle del fiume Temo, il solo navigabile in Sardegna. La città è famosa per la lavorazione e l’esportazione del corallo, così come per la lavorazione dei tessuti, per i ricami di filet e per i cesti intrecciati in asfodelo. Una breve e insolita crociera sul fiume Temo ci permetterà di godere del colorato paesaggio circostante e di ammirare i monumenti del centro storico da un’altra prospettiva.
Proseguimento in bus per Alghero e sistemazione presso l’Hotel Domomea 4*, nel centro della città.

Domenica 16 aprile 2017
Passeggiata guidata per il centro storico di ALGHERO e possibilità di assistere alla Santa Messa di Pasqua. Capitale della Riviera del Corallo, Alghero conserva intatte le tradizioni e la lingua della Catalogna, da cui è stata dominata per secoli. Tra le vie acciottolate del centro storico, nelle facciate dei palazzi, fra le bifore e i portali murati, si cela la storia, l’immagine e l’identità di Alghero, che si manifesta nei particolari architettonici e urbanistici, nella parlata catalana dei suoi abitanti, espressione di un sentimento di appartenenza e comunanza con la madrepatria, tutt’ora vivo e vitale. La stessa lingua parlano le mura della città, le architetture, i segni delle sue chiese e dei suoi più antichi palazzi.
Pranzo di Pasqua incluso in un ristorante del centro.

Nel pomeriggio passeggiata panoramica nella Baia di Porto Conte e visita alle domus de janas di Anghelu Ruju-Alghero. Le domus de janas sono delle grotticelle funerarie scavate attorno al V millennio a.C. dalle genti neolitiche. Quella di Anghelu Ruju è tra le più importanti di tutta la Sardegna per il suo alto numero di tombe (oltre 40) e per le spettacolari decorazioni che si trovano all’interno degli ipogei.
Passeggiata serale per Alghero. Cena libera e pernottamento.

Lunedì 17 aprile 2017
Escursione in barca intorno alla Riserva Naturale di Capo Caccia caratterizzata da rocce calcaree puntellate di grotte e anfratti. Sosta per la visita alle famose Grotte di Nettuno, gioiello naturale tra i più affascinanti di tutto il bacino Mediterraneo la cui storia risale ai tempi prestorici. La grotta è una vera e propria meraviglia geologica dove poter ammirare imponenti stalagmiti e acque trasparenti.
Tempo per il pranzo libero.

Alle ore 16 circa trasferimento in aeroporto per il volo Alitalia delle 19,20. Arrivo a Torino Caselle alle 22,50 via Roma.

 

PERNOTTAMENTI
1 notte Cagliari – Hotel Regina Margherita 4*

1 notte Cabras – Albergo diffuso Aquae Sinis 4*

2 notti Alghero – Hotel Domomea 4*

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 
SCHEDA TECNICA
Quota individuale di partecipazione: € 1.190
Supplemento singola: € 100
Eventuale assicurazione per rinuncia: € 65,50 in doppia – € 71,00 in singola
La quota comprende: volo Alitalia a/r Torino-Cagliari e Alghero-Torino (sono possibili partenze anche da altri scali), trasferimento in pullman privato come da programma, 4 pernottamenti presso Hotel 4* come da programma (con prima colazione), due pranzi, una cena, accompagnamento culturale di una guida archeologo, ingressi come da programma, assistenza e coordinamento dell’organizzazione, assicurazione medico e bagaglio.
La quota non comprende: i pasti non indicati in programma, le spese personali, le polizze facoltative e tutto quanto non specificatamente indicato in “la quota comprende” o citato in programma.

Numero minimo e massimo di partecipanti: 15-25

Iscrizioni e pagamenti:
Acconto pari a € 350,00 entro il 9 febbraio 2016 (le eventuali assicurazioni per rinuncia vanno saldate al momento dell’iscrizione).
Saldo entro il 10 marzo 2017

I pagamenti possono essere effettuati con assegno, bancomat o carta di credito presso i nostri uffici (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 19 orario continuato)
oppure con bonifico bancario intestato a:
Raggiungere Tour Operator – Monte dei Paschi di Siena
IBAN IT 38 Q 01030 20000 000000281052
Indicando nella causale «Sardegna + cognome e nome + n° partecipanti».

Penalità per rinuncia:
10% fino a 60 giorni ante partenza 30% da 59 a 46 giorni ante partenza
50% da 45 a 31 giorni ante partenza 75% da 30 a 15 giorni ante partenza
100% da 14 giorni alla partenza

 

Mappa Itinerario

Mappa Itinerario


Compila il modulo di adesione online

Scarica il programma in pdf
Scarica il modulo di adesione cartaceo

 

Share This Post, Choose Your Platform!