Caricamento Eventi

Il Peloponneso non offre solo alcuni fra i più eccellenti esempi di arte antica, come il Santuario di Zeus ad Olimpia e il Teatro di Epidauro a Micene, ma conserva anche angoli tranquilli, dove sopravvivono tradizioni e lenti ritmi di vita: l’isolotto di Monemvassia, angolo di intatto medioevo fortificato dai bizantini; le suggestioni veneziane di Nauplia; Mistrà, cuore del rinascimento ellenico. Per assaporare appieno le atmosfere di questa terra, le visite culturali si alterneranno ad irrinunciabili esperienze enogastronomiche.

Con l’archeologo Anastasios Thanopoulos
Nativo di Atene, dove ha condotto gli studi liceali, si è laureato in archeologia all’Università di Bari e si è specializzato all’Università di Sheffield. Ha lavorato in diversi scavi in Grecia e in molti restauri di monumenti bizantini per il Dipartimento Restauri del Ministero della Cultura greco.  E’ anche uno chef professionista con una profonda conoscenza della nutrizione dei Greci antichi.

 

PROGRAMMA DI VIAGGIO

Mercoledì 3 aprile 2019
Partenza da Torino con navetta privata per l’aeroporto di Milano Linate e partenza con volo diretto Alitalia per Atene  alle ore 10:25. Arrivo alle ore 13:50. Incontro con l’accompagnatore culturale Anastasios Thanopoulos.
Partenza in pullman privato per Nauplia, passando per il Canale di Corinto, straordinaria opera di ingegneria realizzata fra il 1882 e il 1893.
Giro orientativo della città di Nauplia: alle atmosfere veneziane di suggestive piazze, guardate da chiese e palazzi di misurata eleganza, corrispondono le tracce lasciate dalla lunga dominazione turca, riconoscibili in moschee e agili minareti, come in fontane e cupole di sapore orientale. In magnifica posizione nel golfo d’Argolide, ai piedi di uno sperone roccioso dominato da una cittadella veneziana, Nauplia è ricca di storia, come testimoniano i resti delle fortificazioni, le architetture antiche e la presenza diffusa di palazzi di gusto classicheggiante, legati al periodo in cui la città fu la prima capitale della Grecia moderna.
Al termine della visita, degustazione di Ouzo, la tradizionale bevanda greca dal particolare gusto di liquirizia.
Check in all’Hotel Ippoliti e cena di benvenuto in una delle molte taverne tipiche della città.

Giovedì 4 aprile 2019
Dopo la prima colazione, partenza alla volta di Micene. La fama di questa città era già grande quando Omero cantò le imprese  della guerra di Troia ed Eschilo compose le sue tragedie. Centro politico fra i più potenti del mondo allora conosciuto e artistico di primo livello, oggi è un sito archeologico di maestose rovine, che ben vale il riconoscimento dell’UNESCO quale Patrimonio dell’Umanità. Sull’Acropoli risiedevano il re e la sua famiglia, ma il loro palazzo occupava solo una parte della collina di forma triangolare, che è  racchiusa da mura ciclopiche erette dalla seconda metà del XIV sec. a.C. utilizzando grandi blocchi rozzamente squadrati. Si visiteranno anche la porta dei Leoni, la tomba di Agamennone e il Palazzo.
Proseguimento per Epidauro, dove si trova una delle sette meraviglie della Grecia, anch’esso Patrimonio Unesco. La cavea del magnifico teatro oggi richiama migliaia e migliaia di visitatori, soprattutto in estate, per assistere a una delle rappresentazioni dell’annuale Festival di Epidauro. Un tempo però qui si veniva perché attratti dalla fama di Asclepio, il dio della medicina.
Il teatro, la cui acustica era già nota nell’antichità, è perfettamente inserito nel paesaggio ed è tra i meglio conservati della Grecia. Presenta una cavea di 54 ordini di gradini, che può contenere fino a 14.000 spettatori.
Dopo il pranzo in una cantina locale, a base di prodotti tipici e degustazioni dei vini di questa terra, si prosegue verso sud lungo strade spettacolari, fino ad arrivare alla piccola cittadella medievale di Monemvasia. Ancora oggi solo percorrendo lo stretto istmo rinforzato da una diga si può raggiungere Monemvasia, un angolo di intatto medioevo nel cuore della Laconia. Il suggestivo borgo, fortificato dai bizantini, che lo fondarono nel VI secolo, sorge sul versante di uno scosceso sperone roccioso che si alza per 300 metri sul mare. Una cinta fortificata del XVI secolo racchiude il borgo antico, che, percorso da strette vie e scalinate sovrastate da archi, ospita palazzi e chiese d’impronta veneziana. Sulla piazza principale permane una moschea turca sorta su una chiesa intitolata a S. Paolo. Sulla cima del promontorio che con splendide vedute sulla città bassa e la costa domina il borgo, sorgono vaste fortificazioni perlopiù risalenti all’epoca veneziana e, in magnifica posizione a strapiombo sulle scogliere, è la chiesa di Aga Sofia, costruita già nel XII secolo, ma rifatta nel XIII-XIV: un luogo di culto con pennacchi, tracce di affreschi, rilievi e capitelli bizantini risalenti alla prima costruzione, ma trasformato in moschea in epoca turca, come conferma la presenza del mihrab orientato verso La Mecca.
Questa sera pernotteremo in un piccolo hotel di charme ricavato in edifici di pietra tradizionali restaurati nell’assoluto rispetto dello stile architettonico locale. Cena libera e pernottamento.

Venerdì 5 aprile 2019
Dopo la prima colazione, check out e partenza per Olimpia con uno spettacolare percorso attraverso le montagne dell’Arcadia. La prima tappa sarà Mistrà, «la meraviglia della Morea». Per difendere il proprio dominio, Guglielmo II di Villehardouin costruì nel 1249 una superba fortezza che accoglieva cavalieri di Fiandra e di Borgogna. Nel 1269 Mistrà cadde in mano ai bizantini che cominciarono a costruire ai suoi piedi una città fortificata che divenne, il maggior centro culturale della Grecia, cuore di un rinascimento ellenico. Fu poi occupata dai turchi  e dai veneziani e venne definitivamente abbandonata nella prima metà dell’Ottocento. I resti di chiese e monasteri, mura, case e palazzi compongono oggi un quadro pieno di fascino, straordinaria testimonianza dell’urbanistica, dell’architettura e della pittura bizantina dei secoli XIII-XV. Mistrà è patrimonio dell’Umanità UNESCO.
Dopo il pranzo libero, si prosegue per Olimpia per il pernottamento. La nostra cena di stasera sarà una divertente lezione di cucina per imparare i segreti della cucina greca!

Sabato 6 aprile 2019
La mattinata sarà dedicata alla visita di Olimpia. Pellegrini e concorrenti ai Giochi olimpici erano pronti, un tempo, a giorni di cammino pur di recarsi presso il santuario di Zeus. I primi per osservare la famosissima statua del dio creata da Fidia, talmente grande da sfiorare con la testa il tetto del tempio. Gli altri per esercitarsi, sotto l’occhio vigile di allenatori e giudici, prima dell’inizio delle gare.
Oggi l’area archeologica, patrimonio Unesco, è una delle soste irrinunciabili della Grecia. Visiteremo i resti de tempio di Zeus, il ginnasio ellenistico, lo stadio e il Museo, che ospita alcuni resti di impareggiabile bellezza, quali i frontoni e la decorazione del Tempio di Zeus, la statua dell’Hermes che porta in braccio Dioniso bambino e quella della Nike di Peonio di Mende con la Vittoria alata splendidamente raffigurata nel momento in cui atterra, con le vesti che con resa plastica le fasciano il corpo.
Pranzo libero e proseguimento per Atene, con sosta al Canale di Corinto. Cena di arrivederci e pernottamento in hotel.

Domenica 7 aprile 2019
Dopo la prima colazione visita dello stupefacente Museo dell’Acropoli, ai piedi dell’Acropoli. Prendendo il posto del vecchio museo ottocentesco adiacente al Partenone, il Nuovo Museo dell’Acropoli offre la sua preziosa collezione di antichi manufatti con un tocco di modernità. Il museo è infatti costruito su alti pilastri che poggiano direttamente su un sito archeologico di epoca romana e i pavimenti interni in vetro consentono di ammirare i reperti sottostanti. Si prosegue con l’Acropoli. Considerata la culla della Grecia classica, è una vera fortezza naturale, costituita dalla sommità tabulare di una collina che strapiomba da ogni lato. Su questa superficie di circa tre ettari, sorse la città sacra, con i santuari e i templi che custodivano il tesoro ateniese. Qui gli artisti greci eressero in epoche diverse un complesso di edifici senza uguali al mondo, simbolo e maggiore testimonianza della loro civiltà. Dichiarata dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità, l’Acropoli ancora oggi affascina per il valore storico e la bellezza senza tempo dei suoi templi che, sebbene privati di rilievi e sculture e spesso ingabbiati nelle impalcature dei necessari lavori di restauro, si stagliano solenni contro il cielo di Atene.
Nel punto centrale dell’Acropoli, si staglia solenne e maestoso il Partenone, il più conosciuto fra i capolavori dell’architettura greca. Eretto sotto Pericle per custodire il tesoro sacro della città e il prezioso simulacro della dea Athena, il tempio ancora incanta per la perfezione delle linee e l’armonia delle proporzioni.
Al termine della visita, tempo libero per il pranzo nella zona della Plaka, quartiere storico nel cui dedalo di viuzze e nei vicoli a scalinata si concentrano le tradizionali taverne.
Partenza per Capo Sounio, promontorio sacro della tradizione omerica, situato in una spettacolare posizione sulla punta meridionale dell’Attica. A partire dal VI secolo a.C. gli ateniesi vi costruirono un santuario e all’inizio del secolo seguente iniziarono i lavori per un grande tempio dedicato a Poseidone, dio del mare. La vista del mare dalle gradinate del tempio è assolutamente mozzafiato.
In tempo utile, trasferimento all’aeroporto di Atene e partenza con volo Alitalia delle 19,20 per Torino, con coincidenza a Roma Fiumicino. Arrivo a Torino alle 22,50.

 

HOTEL
Nauplia   (3 aprile):   Hotel Ippoliti 4*
Situato in palazzo d’epoca sul lungomare del centro di Nauplia, l’Hotel Ippoliti è un boutique hotel dotato di camere incantevoli superbamente arredati, cabine doccia a getto e, in alcuni casi, vasca da bagno con idromassaggio.

Monemvasia   (4 aprile):   Malvasia Traditional Hotel 3*
Situato in una posizione privilegiata, a 300 metri dal cancello del castello di Monemvasia, il Malvasia Traditional Hotel offre la colazione a buffet servita nella sala apposita e sulla terrazza dell’edificio principale, e alloggi in pietra, la maggior parte con vista sul mare.
Tutte climatizzate e in stile tradizionale, con pareti ad arco e arredi in legno, le camere del Malvasia dispongono di terrazza e balcone privati o in comune, TV satellitare, minifrigo, set di cortesia e, in alcuni casi, anche di angolo cottura.

Olimpia   (5 aprile):   Arty Grand Hotel 5*
Situato in cima a una collina propsiciente Olimpia, l’Arty Grand Hotel offre camere spaziose e colorate, dotate di arredi moderni, aria condizionata, telefono e TV a schermo piatto con canali satellitari. La connessione Wi-Fi gratuita è disponibile in tutta la struttura.
L’Arty Grand ospita un ristorante che vi attende a pranzo e a cena, due bar, di cui uno a bordo piscina, dove potrete rilassarvi gustando un drink e propone un buffet per la colazione.

Atene   (6 aprile):  Divani Palace Acropolis 4*
Situato a pochi passi dal nuovo Museo dell’Acropoli e dall’Odeo di Erode Attico, il Divani Palace Acropolis vanta camere eleganti e una terrazza all’ultimo piano con viste mozzafiato sull’Acropoli. Le camere sono decorate con colori naturali e dotate di balconi privati arredati, mobili classici, TV con canali satellitari e via cavo, aria condizionata e cassaforte. Caratteristica unica del Divani Palace Acropolis sono le antiche rovine del muro di Temistocle, scoperte nelle fondamenta durante la costruzione e incorporate con gusto nel design architettonico dell’hotel.

 

SCHEDA TECNICA
Quota individuale di partecipazione: € 1.540
Supplemento singola: € 165
Assicurazione contro annullamento viaggio Globy Assistance € 106,50 in doppia – € 118 in singola

La quota comprende:

  • volo Alitalia in classe economy a/r tasse e bagaglio inclusi;
  • 4 pernottamenti presso gli hotel indicati (o equivalenti) con trattamento di pernottamento e prima colazione;
  • accompagnamento di archeologo per tutto il viaggio;
  • visite guidate e ingressi come da programma;
  • cena di benvenuto a Nauplia e di arrivederci ad Atene (bevande escluse);
  • lezione di cucina e cena ad Olimpia;
  • degustazione di ouzo il giorno dell’arrivo;
  • pranzo in cantina e degustazione di vini locali;
  • trasferimenti in pullman privato come da programma;
  • noleggio radioguide;
  • assicurazione medico-bagaglio;
  • tour leader dall’Italia (previsto per gruppo superiore alle 20 pax).

La quota non comprende:
pasti e bevande non espressamente citati; spese a carattere personale, mance ed extra in genere; eventuale assicurazione per rinuncia; tutto quanto non indicato alla voce «la quota comprende»

Numero minimo e massimo di partecipanti: 15 – 30

Iscrizioni e pagamenti:
Iscrizione e acconto € 270 entro il 28/01/2019 – Saldo entro il 04/03/2019

I pagamenti possono essere effettuati con assegno, bancomat o carta di credito presso i nostri uffici (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 19)
oppure con bonifico bancario intestato a:
Raggiungere Tour Operator – Montepaschi
IBAN IT 38 Q 01030 20000 000000281052
Indicando nella causale «Grecia + cognome e nome + n° partecipanti».

Penalità per rinuncia:
10% dal giorno dell’iscrizione fino a 60 giorni prima della data prevista di inizio del viaggio;
30% della quota da 59 a 46 giorni prima della data prevista di inizio del viaggio;
50% della quota da 45 a 31 giorni prima della data prevista di inizio del viaggio;
75% della quota da 30 a 15 giorni prima della data prevista di inizio del viaggio,
100% della quota da 14 giorni alla partenza

Compila il modulo di adesione online

Scarica il programma in pdf
Scarica il modulo di adesione cartaceo