Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

Una giornata a Laus Pompeia, oggi Lodi vecchio, per scoprire i tesori che si celano fra l’Adda e il Po: il suntuoso scrigno del Tempio lodigiano dell’Incoronata, uno dei capolavori del Rinascimento lombardo in stile bramantesco con pianta ottagonale e cupola a spicchi, le splendide ceramiche lodigiane degli artigiani maiolicari e la stupefacente Basilica romanica di San Bassiano, detta anche «dei dodici apostoli» fra la Via Emilia e la Via Francigena.

Programma:
Ritrovo alle ore 7.45 e partenza da Piazza Carlo Felice, 75 a Torino (di fronte all’ex Hotel Jolly Ligure) con bus privato. Arrivo a Lodi, città dalle origini antichissime, situata a sud di Milano, già colonia romana col nome di Laus Pompeia. Oggi l’antico paese di origine romana prende il nome di Lodi Vecchio ed è situato a circa 6 km dalla cittadina più moderna. Lodi è sempre stata ambita terra di conquista, per la sua posizione strategica, trovandosi nel mezzo di due importanti vie fluviali, l’Adda ad est e il Po a sud, che fungono quasi da confini naturali della città.

Visita del Tempio dell’Incoronata, un vero e proprio capolavoro del Rinascimento lombardo. Sorto nel 1488 sulla base del progetto di Giovanni Battaglio, contiene al proprio interno importantissimi cicli decorativi di Giovanni e Matteo Della Chiesa e di molti altri importanti esponenti dell’arte cinquecentesca lodigianese.

La struttura del Santuario mostra una pianta ottagonale con cappelle radiali separate da lesene piegate a libro. Meravigliosa la cupola ad ombrello illuminata dal sole attraverso i tondi laterali, il coro ligneo di Carlo Antonio Lanzani, e l’organo, del 1507, realizzato da Lorenzo da Lucca, con una tastiera unica di ben cinquanta note.

A seguire visita presso la bottega di un mastro maiolicaro per scoprire con i propri occhi le splendide maioliche locali ed approfondire i metodi di lavorazione.
Pranzo libero in centro. Trasferimento nel pomeriggio a Laus Pompeia per visitare la Basilica romanica di San Bassiano. Fondata nel 380 dal vescovo Bassiano, la chiesa ne ospitò le reliquie sino al 1163, anno in cui furono traslate nel duomo di Lodi Nuova. Ai rifacimenti del XII secolo seguirono sostanziali interventi a partire dal 1320 quando all’edificio venne dato l’aspetto che ancora conserva.

A poca distanza vedremo ciò che rimane dell’area archeologica di Laus Pompeia con il Museo Laus Pompeia recentemente inaugurato. Il Museo si trova in uno dei luoghi più importanti per la storia di Lodi Vecchio, Piazza Santa Maria, ovvero l’area del foro di Laus Pompeia, la piazza principale della città romana.
Oggi, in quest’area è possibile non solo visitare il Museo e la Biblioteca ma anche l’annessa area archeologica dove sono visibili i resti di Santa Maria, l’antica Cattedrale di Lodi Vecchio sorta sul finire del IV secolo e demolita alla fine del XIX.
A fine visita partenza per Torino, arrivo previsto in serata.

Questo slideshow richiede JavaScript.

SCHEDA TECNICA
Quota individuale di partecipazione: € 75,00

La quota di partecipazione comprende: bus privato a nostra disposizione, accompagnamento di uno storico dell’arte , ingressi come da programma, assicurazione medica Allianz.

Numero minimo di partecipanti: 20

Iscrizioni e pagamenti: Iscrizione e saldo entro il 15 settembre 2017

I pagamenti possono essere effettuati con assegno, bancomat o carta di credito presso i nostri uffici (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 19 orario continuato)
oppure con bonifico bancario intestato a:
Raggiungere Tour Operator – Monte dei Paschi di Siena
IBAN IT 38 Q 01030 20000 000000281052
Indicando nella causale: «LODI + cognome/nome + n° partecipanti».


Compila il modulo di adesione online

Scarica il programma in pdf
Scarica il modulo di adesione cartaceo