Caricamento Eventi

Durante la signoria dei Montefeltro si sviluppò nelle Marche un clima artistico fertile e vitale, grazie agli scambi culturali con numerosi centri della penisola ed esteri, soprattutto fiamminghi. Il movimento culturale trovò in Urbino un centro di sperimentazione eccezionale, con un Principe ed una Corte che seppero coinvolgere tutto il territorio circostante. Un processo continuato con i Della Rovere che si distinsero quali mecenati geniali e cosmopoliti. Un viaggio nel passato, in compagnia di Pietro della Francesca, Raffaello e Tiziano, che interpretarono le esigenze politiche di due tra le famiglie più importanti dell’intera storia italiana ed europea.

Programma
Giovedì 22 febbraio 2018 – 1° giorno
Ritrovo alla stazione di Torino Porta Nuova alle ore 8.15 e partenza con treno alta velocità delle 8.30, con arrivo a Pesaro alle 12:53. Trasferimento in bus privato in centro città per pranzo.
Il pomeriggio sarà dedicato alla scoperta di Pesaro. La città della musica, patria natale di Gioacchino Rossini, è oggi sede del Conservatorio, della Fondazione Rossini e teatro dell’omonimo Opera Festival. L’itinerario di visita inizia in Piazza del Popolo, con il Palazzo Ducale, l’edificio più importante della città voluto da Alessandro Sforza nel XV secolo. Proseguiremo con alcune splendide architetture religiose, tra cui spiccano la Chiesa di S. Agostino, con portale gotico veneziano in pietra d’Istria e preziosi stalli lignei intagliati e intarsiati, la Cattedrale di Santa Maria Assunta, edificata su un preesistente tempio pagano nel IV secolo visibile ancora oggi nelle pavimentazioni musive originali, la Chiesa di San Giovanni Battista, l’oratorio del Nome di Dio con splendidi dipinti di Giovan Giacomo Pandolfi e Niccolò Sabatini. Il programma di oggi culmina con la visita di Villa Miralfiore, splendida residenza privata originariamente di proprietà roveresca, inserita in un magnifico giardino all’italiana, al cui interno sono custoditi preziosi affreschi attribuibili a Federico Zuccari.
Trasferimento in bus privato a Villa Imperiale per una visita privata in esclusiva (da confermare). Immersa in una lussureggiante pineta tra i dolci pendii di Monte San Bartolo, il palazzo rappresenta uno straordinario esempio di residenza rinascimentale in stile manierista, con un’interessante collezione di dipinti di artisti dell’epoca, quali Genga, Bronzino e Perin del Vaga.
Al termine delle visite, trasferimento all’hotel Ca’ Virginia Country House, uno splendido rustico immerso nelle colline del Montefeltro, a pochi chilometri da Urbino. Check-in, cena e pernottamento.

Venerdì 23 febbraio 2018 – 2° giorno
Prima colazione e trasferimento ad Urbino. Il nome della città è indissolubilmente legato a quello di Federico da Montefeltro, geniale mecenate del Quattrocento, capace di creare una città ideale e una capitale dell’arte in grado di competere, quanto a capolavori, con le ben più grandi Venezia, Firenze e Roma. Le visite si concentreranno su Palazzo Ducale, mirabile esempio di dimora principesca che, abbandonate le arcigne forme di luogo fortificato ed inespugnabile tipiche del Medioevo, si trasforma in una corte aperta e accogliente, luogo di fermenti intellettuali in perfetta sintonia con gli ideali umanistici del committente Federico. Il celebre Prospetto Occidentale, idealmente rivolto all’altra illustre capitale del Rinascimento, Firenze, unitamente ai Torricini, costituiscono oggi l’immagine simbolo della città. Si prosegue con l’Oratorio San Giovanni Battista, al cui interno è custodito uno dei migliori esempi di affreschi in stile gotico internazionale presenti in Italia, e l’Oratorio di San Giuseppe, con il magnifico Presepio in stucco di Federico Brandani.
Dopo il pranzo libero, trasferimento ad Urbania. La città è sede di un’antichissima tradizione di lavorazione della ceramica, caratterizzata da un raffinato stile istoriato influenzato dal raffaellismo. Visiteremo il Palazzo Ducale, al cui interno sono ospitate la Biblioteca ed il Museo civico, in cui spiccano le opere di Giovanni Francesco Guerrieri, Federico Zuccari, Domenico Peruzzini e Federico Barocci.
La giornata terminerà a Carpegna, caratteristico borgo ai piedi dell’omonimo monte, capoluogo del Montefeltro. Visita di Palazzo Principi Falconieri, maestosa residenza edificata nel 1675 per volere cardinale Gaspare Carpegna e tutt’ora abitata dai discendenti della famiglia dei Principi di Carpegna Falconieri.
Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

Sabato 24 febbraio 2018 – 3° giorno
Prima colazione in hotel. Check-out e trasferimento a Loreto, dove nel 1469 Papa Paolo II fece costruire la celebre Basilica che vide all’opera i migliori architetti del tempo: Bramante, Andrea Sansovino, Giuliano da Sangallo, Antonio da Sangallo il Giovane. Al suo interno è custodita la Santa Casa, con il mirabile rivestimento marmoreo rappresentante le glorie della vita terrena della Madonna. All’interno del Museo dell’Antico Tesoro potremo inoltre ammirare nove preziose tele di Lorenzo Lotto.
Si prosegue per Ancona e, dopo il pranzo libero, il pomeriggio sarà dedicato alla scoperta della città. Adagiata sulle propaggini settentrionali del promontorio del Cónero che si volgono a gomito a formare un’insenatura naturale unica in tutto l’Adriatico, la città è dominata dalla scenografica acropoli su cui sorge la Cattedrale di San Ciriaco, uno dei maggiori monumenti del romanico italiano. Il nostro itinerario si snoderà sul Lungomare Vanvitelli, che deve il suo nome al complesso di attrezzature portuali d’avanguardia realizzate dal celebre architetto, tra cui spiccano il Lazzaretto, il Molo Nord e l’arco Clementino. Visiteremo la chiesa di Santa Maria di Piazza, San Francesco alle Scale e la Loggia dei Mercanti, il più importante monumento civile della città, simbolo della sua antica vitalità commerciale.
Al termine delle visite trasferimento all’Hotel SeePort, moderno hotel quattro stelle affacciato sul vivace porto di Ancona. Cena libera e pernottamento.

Domenica 25 febbraio 2018 – 4°giorno
Prima colazione in hotel e trasferimento a Recanati, il natìo borgo selvaggio leopardiano. Strade, piazze e monumenti dell’antica cittadina ci proietteranno letteralmente nelle poesie del poeta: la torre antica del Convento di Sant’Agostino, il celebre colle dell’Infinito, la piazza del Sabato nel Villaggio. Visiteremo la nobile Residenza Leopardi, le sue quiete stanze e la biblioteca paterna con le sudate carte.
Al termine delle visite trasferimento a Macerata. Dopo il pranzo libero, inizieremo l’itinerario dallo Sferisterio, il più importante dei monumenti cittadini, eretto nella prima metà dell’800 per appassionati incontri di pallone al bracciale, è divenuto oggi un importante palcoscenico per concerti e spettacoli. Le mura rinascimentali, quasi completamente intatte, racchiudo il centro antico, sovrastando il panoramico anello dei viali. Visiteremo il Palazzo Buonaccorsi, in cui sono ospitate le collezioni comunali: il museo della carrozza e le raccolte di arte antica e moderna. Al suo interno, le pitture di soggetto mitologico dell’appartamento nobile offrono alla vista dei visitatori preziosi momenti barocchi e rococò.  L’itinerario si concluderà con il Duomo e la Basilica della Misericordia, le cui preziose decorazioni interne in stucchi, marmi pregiati, dipinti e lavori in ferro battuto sono opera di Luigi Vanvitelli.
Rientro in hotel nel tardo pomeriggio. Cena libera e pernottamento.

Lunedì 26 febbraio 2018 – 5° giorno
Prima colazione in hotel, check-out e trasferimento ad Ósimo, splendida cittadina disposta sulla cresta di colline che separano le valli dei fiumi Aspio e Musone. Il centro storico è una galleria di tesori: piazze-salotto, bei palazzi nobiliari le cui facciate anticipano la ricchezza degli interni e splendide chiese, tra cui il Duomo Romanico. Ma la città ha una doppia identità, misteriosa ed enigmatica: le Grotte di Piazza Dante, una delle numerose cavità ipogee scavate nell’arenaria che percorrono l’intero abitato.
Rientro ad Ancona e pranzo libero. Trasferimento alla stazione di Ancona per rientro a Torino. Partenza con treno alta velocità alle 16.25, l’arrivo a Torino è previsto alle 21.40.

SCHEDA TECNICA
Quota individuale di partecipazione € 880,00 – Supplemento singola: € 150,00
Eventuale assicurazione per rinuncia In doppia € 61,00 – In singola: € 71,00

La quota comprende:
Treno alta velocità a/r in seconda classe, 4 pernottamenti negli hotel 4* indicati o equivalenti con trattamento di pernottamento e prima colazione, le tasse di soggiorno previste nella città di Ancona, 1 pranzo in ristorante tipico a Pesaro, 2 cene in ristorante interno presso l’Hotel Ca’ Virginia Country House, trasferimenti in pullman privato come da programma, accompagnamento culturale di uno storico dell’arte, tour leader, ingressi come da programma (incluse le aperture private e straordinarie di Villa Miralfiore e Villa Imperiale – da confermare), noleggio radioguide (solo per gruppi minimo 15 pax), assicurazione medico-bagaglio.

La quota non comprende:
Pasti e bevande non espressamente citati, spese a carattere personale, mance ed extra in genere, tutto quanto non indicato alla voce «la quota comprende».

Numero minimo e massimo di partecipanti: 15 – 30

Iscrizioni e pagamenti
Acconto: €250,00 entro il 20 dicembre 2017
Saldo: entro 20 gennaio 2018

La quota di iscrizione e le eventuali assicurazioni per rinuncia vanno saldate al momento dell’iscrizione.
I pagamenti possono essere effettuati con assegno, bancomat o carta di credito presso i nostri uffici (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 19)
oppure con bonifico bancario intestato a:
Raggiungere Tour Operator – Monte dei Paschi di Siena
IBAN IT 38 Q 01030 20000 000000281052
Indicando nella causale «Marche + cognome e nome + n° partecipanti».

Penalità per rinuncia
10% dal giorno dell’iscrizione fino a 60 giorni dalla partenza
25% da 59 a 46 gg. prima della partenza   50% da 45 a 31 gg. prima della partenza
75% da 30 a 5 gg. prima della partenza    100% 4 gg. prima della partenza


Compila il modulo di adesione online

Scarica il programma in pdf
Scarica il modulo di adesione cartaceo