Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

L’utilizzo della pietra lavica per chiese e palazzi dona alla città di Catania una fisionomia speciale, che racconta una storia caratterizzata da continue distruzioni e rinascite e una tenacia aspra,  che impone alla città e al paesaggio il suo volto drammatico e austero. Catania è anche il contrasto fra la sontuosità barocca di piazza del Duomo e il vociare dei mercanti della vicina Pescheria, degna dei maggiori suq arabi. Per celebrare la Pasqua ci immergeremo, nella vicina Adrano, nella folcloristica atmosfera tradizionale di sacre rappresentazioni d’origine medievale che culminano nella Diavolata.

Programma
Venerdì 30 marzo 2018 – 1° giorno

Partenza alle 8:05 con volo diretto da Torino a Catania. Arrivo alle 10,10 e trasferimento in centro città. Nel primo pomeriggio iniziamo la scoperta di Catania con la visita del Teatro Romano e del complesso della chiesa delle Clarisse. Capolavoro del Vaccarini, la chiesa, che sorse a seguito del disastroso terremoto di fine Seicento, è lo scrigno prezioso degli affreschi del Tuccari. In verità tutta la zona di Via Cruciferi sorse in risposta al sisma del 1693 come sentiero religioso cittadino: qui sorgono infatti una buona parte delle fabbriche sacre più importanti di Catania. Da ricordare almeno le chiese di S. Giuliano e di Francesco Borgia. Nei pressi dobbiamo anche ricordare la casa di Verga e la dimora di Bellini, proprio di fronte alla chiesa dell’Immacolata, ove il compositore mosse i primi passi della sua carriera. Chiuderemo la nostra passeggiata in direzione del grandioso complesso del Convento Benedettino e della mai ultimata chiesa di S. Nicolò all’Arena. Check-in all’hotel Katane Palace 4* o similare e cena di benvenuto.

Sabato 31 marzo 2018 – 2° giorno

Prima colazione in hotel e inizio delle visite della giornata. Accompagnati dalla direttrice, visiteremo la Biblioteca Ursino Recupero, che trova collocazione all’interno del Monastero dei Benedettini e conta un patrimonio letterario di oltre 270.000 volumi, fra cui la Bibbia miniata in oro di Pietro Cavallini de 1300, ritenuta una delle cinque bibbie più belle al mondo. Fiore all’occhiello della Biblioteca rimane però la meravigliosa Sala Vaccarini, a pianta ovale e rivestita di libri settecenteschi e con il pavimento decorato con piastrelle di maiolica di Vietri e il soffitto interamente affrescato.
Proseguiamo con la visita di Castel Ursino, museo civico che raccoglie oltre ad importanti opere pittoriche, per esempio da Bernazzo a Stomer, i fondi archeologici donati dai Padri Benedettini, ed ancor più la collezione dei reperti di età greca e romana di Ignazio Paternò, Principe di Biscari. Al termine ammireremo la Fontana dell’Elefante, ed ancor più la Cattedrale dedicata a S. Agata.
Dopo il pranzo libero, avremo modo di scoprire due angoli particolari di Catania. In primo luogo la Cappella Bonajuto, o del Salvatorello, esempio importante di arte bizantina collocabile intorno al VI-VIII secolo.

Domenica 1 aprile 2018 – 3° giorno

Mattinata libera per partecipare alla Messa di Pasqua. In tarda mattinata trasferimento in bus privato per Bronte, alle pendici del Monte Etna, per un piacevole pranzo pasquale con vista sul vulcano, seguito da una passeggiata fra i vicoli intrisi di storia della cittadina.
Nel tardo pomeriggio trasferimento alla vicina Adrano per assistere alla tradizionale rappresentazione della Diavolata, in uno scenario naturale di rara bellezza, qual è piazza Umberto incastonata dagli storici edifici che la circondano e dal maestoso Castello Normanno dell’XI secolo, reso ancor più suggestivo da un’artistica e sapiente illuminazione. La rappresentazione viene messa in scena da attori locali che tramandano di padre in figlio i modi, i gesti, e i versi di questa storica manifestazione. I diavoli cercano di convincere l’Umanità a restare dannata poiché il cadavere di Gesù Cristo, che è risorto, non è più nel sepolcro, ma interviene l’Arcangelo Michele, sconfiggendo definitivamente Lucifero.
Al termine, rientro a Catania e pernottamento.

Lunedì 2 aprile – 4°giorno

La mattina è dedicata ad una visita privata di eccezionale interesse: il Palazzo dei Principi di Biscari. Sorto a seguito del disastroso terremoto del 1693 a ridosso della Civita, la zona più antica di Catania, per mano di Vincenzo Paternò, divenne la creatura soprattutto del figlio Ignazio, V Principe di Biscari. Il gentiluomo creò un vero museo entro i confini della dimora, ove riporre parte di quei reperti archeologici, rinvenuti con una campagna di scavi da lui promossa, che furono oggetto di ammirazione da parte di molti viaggiatori del Grand Tour, basti pensare alle parole spese a tal proposito da Goethe. La collezione del Principe è oggi trasferita nelle sale di Castel Ursino, ma le splendide sale si regalano un gusto Rococò che trova il suo culmine nel Salone delle Feste ove, al centro della volta si apre un oculo a lanterna bordato da una balaustra per i musici, Sebastiano Lo Monaco dipinse un congresso degli Dei dell’Olimpo che inneggiano alla grandezza del casato.
Al termine pranzo libero e pomeriggio libero. Intorno alle 18 trasferimento all’aeroporto di Catania per il volo di rientro a Torino alle 20,55 con arrivo alle 22,55.

SCHEDA TECNICA
Quota individuale di partecipazione: € 910,00
Supplemento singola: € 115,00
Eventuale assicurazione per rinuncia in doppia: € 63,00 – in singola: € 71,00

La quota comprende:
Volo a/r da Torino, 3 pernottamenti nell’hotel 4* indicato o equivalente con trattamento di pernottamento e prima colazione, le tasse di soggiorno previste nella città di Catania, 1 cena di benvenuto (bevande escluse) e 1 pranzo di Pasqua (bevande escluse), trasferimenti in pullman privato come da programma, accompagnamento culturale di esperto in storia dell’arte, ingressi come da programma, radioguide (per gruppi oltre 15 pax), assicurazione medico-bagaglio

La quota non comprende:
Pasti e bevande non espressamente citati, spese a carattere personale, mance ed extra in genere, tutto quanto non indicato alla voce «la quota comprende».

Numero minimo e massimo di partecipanti:  15 – 30

Iscrizioni e pagamenti:
Acconto: €250,00 entro il 29 gennaio 2018
Saldo: entro 28 febbraio 2018

Le eventuali assicurazioni per rinuncia vanno saldate al momento dell’iscrizione.

I pagamenti possono essere effettuati con assegno, bancomat o carta di credito presso i nostri uffici (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 19)
oppure con bonifico bancario intestato a:
Raggiungere Tour Operator – Monte dei Paschi di Siena
IBAN IT 38 Q 01030 20000 000000281052
Indicando nella causale «Catania + cognome e nome + n° partecipanti».

Penalità per rinuncia:
10% dal giorno dell’iscrizione fino a 60 giorni dalla partenza
25% da 59 a 46 gg. prima della partenza
50% da 45 a 31 gg. prima della partenza
75% da 30 a 5 gg. prima della partenza
100% 4 gg. prima della partenza


Compila il modulo di adesione online

Scarica il programma in pdf
Scarica il modulo di adesione cartaceo