Caricamento Eventi

«Roma è un sogno che la Chiesa tenacemente custodisce» (Leo Longanesi).
Un itinerario incentrato sui capolavori della Roma Papale, con aperture straordinarie quali Palazzo Farnese e la Collegiata di San Lorenzo e grandi opere quali l’Estasi di Santa Teresa del Bernini ed il Mosè di Michelangelo, guidati passo a passo dalla passione e competenza di uno storico dell’arte.

Programma
Giovedì 23 novembre 2017 – 1° giorno

Ritrovo ore 07:50 a Torino Porta Nuova e partenza con treno alta velocità Italo per Roma Termini alle ore 08:20. Arrivo a Roma alle ore 12:55 e trasferimento con bus privato in ristorante tipico per il pranzo. Dopo pranzo avvio delle visite (con trasferimenti in bus) con una fra le opere più significative del Bernini: l’Estasi di Santa Teresa, presso la Chiesa di Santa Maria della Vittoria, commissionata dal Cardinal Federico Corner nel 1647.
Successivamente, visita alla Chiesa di San Pietro in Vincoli per ammirare il celebre Mosè di Michelangelo, monumento funerario di Papa Giulio II da lui stesso commissionato nel 1513 al Buonarroti.
A seguire visita della Chiesa di San Gerolamo della Carità che ospita la celebre Cappella Spada del Borromini, rivestita con decorazioni di marmi colorati che simulano un apparato funebre ed ovali con busti di antenati e ghirlande di bronzo, e la Cappella Antamoro, unica opera romana di Filippo Juvarra, ornata dalla statua marmorea di San Filippo Neri di Pierre Legros.
Si proseguirà infine con la visita delle Stanze di Sant’Ignazio al Gesù, presso la Chiesa del Santissimo nome di Gesù all’Argentina.
Le stanze si trovano all’ultimo piano della residenza costruita da Sant’Ignazio fra il 1543 ed il 1544 e sono precedute da un corridoio con decorazione prospettica di fratel Andrea Pozzo e affreschi del Borgognone.
A seguire check-in in hotel e cena presso il ristorante interno.

Venerdì 24 novembre 2017 – 2° giorno

Prima colazione in hotel e partenza per le visite della giornata.
La giornata avrà inizio con la visita ai Giardini Vaticani, luogo di meditazione e riposo dei vari Pontefici a partire dal 1279, per volere di Papa Nicolò III, il quale vi fece impiantare un frutteto, un prato e un vero e proprio giardino. Attualmente l’area dei giardini occupa circa la metà dei 44 ettari sui quali si estende il Vaticano. A seguire si visiteranno le Grotte Vaticane, luogo di riposo dei Papi, situate al di sotto della navata centrale della Basilica di San Pietro. Le grotte si diramano in nicchie, cappellette laterali e corridoi, occupando lo spazio fra l’attuale pavimento della Basilica di San Pietro e quello preesistente dell’antica basilica Costantiniana (VI secolo).
Dopo il pranzo libero, proseguiremo con la visita di Palazzo Farnese, il cui percorso permette di scoprire l’atrio di Sangallo, il cortile, il giardino, il salone d’Ercole con le sue tappezzerie ispirate agli affreschi di Raffaello, e la galleria dei Carracci.
Ritorno in hotel e tempo libero. Cena tipica romana in ristorante locale e pernottamento.

Sabato 25 novembre 2017 – 3° giorno

Prima colazione. La giornata si aprirà con un’eccezionale visita alla Collegiata di San Lorenzo, normalmente chiusa al pubblico. L’8 Marzo 1429, l’illuminata volontà di Papa Martino V donò alla Corporazione dei Farmacisti Romani, in virtù delle sue benemerenze, la Collegiata di San Lorenzo, eretta all’interno dell’antico Tempio Romano che l’imperatore Antonino volle edificare nel 142 d.C. in onore di sua moglie Faustina. La donazione della Collegiata di fatto esaudiva le richieste della Corporazione, la quale poté finalmente godere di un luogo sacro dove raccogliersi in preghiera e riflettere sui valori cristiani e sociali dell’arte. Nel 1602 la Corporazione degli Speziali fece erigere la Chiesa all’interno del Tempio Romano. Ancora oggi, nella sua magnificenza, è vanto dei Fori imperiali, di Roma e dei Farmacisti Italiani. La Chiesa prese il nome di San Lorenzo de’ Speziali in Campo Vaccino. Eretto l’intero complesso, il Nobile Collegio de’ Speziali, per volere papale, fu incaricato di svolgere quelle funzioni istituzionali che oggi sono proprie del Ministero della Sanità, dell’Ordine professionale e dell’Università.
Nel 1871, con 1’annessione di Roma allo Stato Italiano, tali prerogative decaddero ed il Nobile Collegio Romano dei Farmacisti, la più antica sede dell’Arte del mondo, iniziò a svolgere funzioni accademiche, culturali e sociali.
Si proseguirà con una strabiliante visita al cantiere della Domus Aurea, residenza che l’Imperatore Nerone fece costruire a seguito dell’incendio del 64 d.C., dove si ammireranno pareti ricoperte di marmi pregiati e volte decorate con oro e pietre preziose. L’enorme complesso (si parla di un’estensione di circa 16.000 metri quadrati) comprendeva 150 stanze, sconfinati vigneti, pascoli e boschi, un lago artificiale, tesori saccheggiati nelle città d’Oriente e preziosi ornamenti, fra i quali una colossale statua dell’Imperatore nelle vesti del dio Sole. Forse non tutti sanno che le decorazioni grottesche prendono il nome proprio dalle celebri decorazioni della Domus Aurea rappresentanti esseri ibridi e mostruosi, spesso ritratti come figurine esili ed estrose che si fondono in decorazioni geometriche e naturalistiche. Alla morte di Nerone, i suoi successori cercarono di seppellire e cancellare ogni traccia del palazzo. I lussuosi saloni furono spogliati dei rivestimenti e delle sculture e riempiti di terra fino alle volte. Sopra di essi furono costruite le grandi terme di Tito e di Traiano., mentre nella valle sottostante fu edificato il Colosseo. Le fastose decorazioni a fresco e a stucco della Domus Aurea rimasero nascoste fino al Rinascimento.
Nel pomeriggio, si farà visita al celebre Palazzo della Cancelleria, straordinario esempio di architettura rinascimentale a Roma, iniziato intorno al 1485 per volere del cardinale Raffaele Riario, nominato da papa Sisto IV, suo zio, titolare della basilica di S. Lorenzo in Damaso. I lavori, a cui secondo il Vasari prese parte il Bramante, comportarono la distruzione della preesistente chiesa (che venne ricostruita ed inglobata nel nuovo edificio) e si conclusero, tra il 1511 ed il 1513, sotto il pontificato di Giulio II Della Rovere. L’edificio, che in base ai Patti Lateranensi gode dell’extraterritorialità, ospita attualmente il Tribunale della Sacra Romana Rota, la Pontificia Accademia Romana di Archeologia e la Pontificia Commissione per i Beni Culturali della Chiesa.
Cena tipica in trattoria locale e pernottamento.

Domenica 26 novembre 2017 – 4°giorno

Prima colazione, check-out e visita del Quirinale. Sarà possibile visitare il Piano Nobile, con lo scalone d’onore e i vari saloni di rappresentanza, osservare la vasella con i servizi di Richard Ginori, le porcellane Meissen, i servizi da tavola di Sèvres e le porcellane orientali dei Savoia. In seguito, passeggiata nei giardini del Quirinale transitando per l’area del Boschetto, sede della Fontana Rustica, del complesso della Torretta di Ippolito d’Este con l’Antiquarium e della Fontana delle Bagnanti. Dopo il pranzo in ristorante tipico, trasferimento in hotel e successivamente alla stazione Termini in tempo utile per il rientro con treno in partenza alle ore 16:05. Arrivo previsto a Torino Porta Nuova alle ore 20:40.

SCHEDA TECNICA

Quota individuale di partecipazione: € 770,00
Supplemento singola: € 140,00
Assicurazione per rinuncia: inclusa

La quota comprende: Treno alta velocità a/r in seconda classe, trasferimenti in bus GT privato come da programma, 3 pernottamenti presso l’Hotel Best Western President 4* con prima colazione, 1 cena nel ristorante interno dell’hotel, 2 cene in ristorante tipico (bevande incluse), 2 pranzi in ristorante tipico (bevande incluse), accompagnamento culturale di uno storico dell’arte e guida autorizzata di Roma, ingressi come da programma (Palazzo Farnese, Giardini Vaticani, Domus Aurea, Palazzo della Cancelleria, Collegiata di San Lorenzo, Quirinale), assistenza e coordinamento dell’organizzazione, noleggio radioguide per tutte le visite previste, assicurazione medico e bagaglio, polizza assicurativa annullamento, tasse di soggiorno.

La quota non comprende: Pasti e bevande non espressamente citati, spese a carattere personale, mance ed extra in genere, tutto quanto non indicato alla voce «la quota comprende».

Numero minimo di partecipanti: 30

Iscrizioni e pagamenti: Acconto: €200,00 entro il 25 settembre 2017
Saldo: entro il 25 ottobre 2017

I pagamenti possono essere effettuati con assegno, bancomat o carta di credito presso i nostri uffici (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 19 orario continuato) oppure con bonifico bancario intestato a:
Raggiungere Tour Operator – Monte dei Paschi di Siena
IBAN IT 38 Q 01030 20000 000000281052
Indicando nella causale: «ROMA DEI PAPI + cognome/nome + n° partecipanti».

Penalità per rinuncia:
10% dal giorno dell’iscrizione fino a 60 giorni dalla partenza
25% da 59 a 46 gg. prima della partenza
50% da 45 a 31 gg. prima della partenza
75% da 30 a 5 gg. prima della partenza
100% 4 gg. prima della partenza


Compila il modulo di adesione online

Scarica il programma in pdf
Scarica il modulo di adesione cartaceo