Caricamento Eventi

L’incanto della natura mediterranea amplifica la seduzione della storia e dell’arte, con la varietà dei paesaggi, la bellezza delle coste, il colore del mare e la mitezza del clima. Crocevia di importanti culture, Cipro vanta siti Unesco quali l’area archeologica neolitica di Chorokoitia, gli scavi della civiltà romana di Nea Pafos, con i suoi raffinatissimi mosaici e le piccole chiese affrescate dai monaci ortodossi sui monti Troodos. Un invito a conoscere la complessa stratificazione storica che contraddistingue questa affascinante isola.

PROGRAMMA

Venerdì 16 marzo 2018 – 1° giorno
Ritrovo all’Aeroporto Sandro Pertini di Caselle alle ore 07.00 per partenza alle ore 08.50 con volo Lufthansa via Monaco. Arrivo all’aeroporto di Larnaka alle ore 17.05.
Con pullman privato raggiungiamo la città di Pafos fondata nel IV secolo a.C. sul promontorio a nord del porto attuale. Quando Cipro divenne parte del regno dei Tolomei d’Egitto, Nea Pafos crebbe di importanza. La città divenne capitale dell’isola e residenza dello strategos e raggiunse la sua massima fioritura nel III secolo d.C., come testimoniano gli eccezionali mosaici delle ville cittadine. Check-in presso L’Hotel Aloe Pafos o similare. Cena in hotel e pernottamento.

Sabato 17 marzo 2018  – 2° giorno
Prima colazione in hotel. Visita guidata di Pafos. Visitiamo la Chiesa Agia Paraskevi  costruita nel corso del IX secolo, decorata di affreschi di due epoche, unica sull’isola per le cupole che la sovrastano; il Monastero di Agios Neofytos scavato all’interno di una rupe, in cui si trova il piccolo santuario ipogeo dove abitò lo scrittore eremita Neofytos; l’area degli scavi di Nea Pafos, dal 1980 designate dall’Unesco Patrimonio mondiale dell’Umanità, che trova la sua massima espressione nella Casa di Dionysos, complessa residenza nobiliare del II-III secolo d.C. con una lunga sequenza di mosaici pavimentali veramente eccezionale. Pranzo libero. Proseguimento delle visite: le Tombe dei Re, sepolture che appartenevano alle più nobili famiglie cittadine risalenti al III secolo a.C.; la chiesa di Agia Kyriakl (S. Ciriaco), il tempio bizantino fondato nell’XI secolo, attorniato dai resti della Panagia Chrysopolitissa, la basilica del IV secolo d.C.; il pilastro di San Paolo; il porticciolo; il vecchio quartiere turco di Mouttalos con stradine e vicoli che si sviluppano attorno alla Cami Kebir (un tempo chiesa dedicata a S. Sofia) e all’area commerciale del mercato coperto e dell’antico serraglio.
Cena e pernottamento in hotel.

Domenica 18 marzo 2018 – 3° giorno
Prima colazione e check-out dall’hotel. Poco lontano dalla moderna Pafos, sorgeva l’antica Palaia Pafos. Su una collina si trovano i resti del santuario di Afrodite, dichiarato dall’Unesco Patrimonio mondiale dell’umanità. L’area archeologica rende appena l’idea delle dimensioni del complesso che fu uno dei principali luoghi di culto dell’isola dal XII secolo a.C. al III-IV secolo d.C.
Dopo un paesaggio di colline brulle ci si affaccia su piccole baie dove l’acqua cristallina del mare contrasta con la roccia chiara delle scogliere da cui, secondo la tradizione, a Petra tou Romiou nacque Afrodite sorgendo dalle acque.  Proseguendo nel nostro itinerario incontriamo in posizione panoramica sulla falesia che domina il mare  il sito archeologico di Kourion. Il luogo comprende: i resti della casa di Eustolio (V secolo d.C.) con interessanti mosaici ben conservati, il teatro (II secolo a.C.)  e l’imponente basilica paleocristiana. A seguire, il grande complesso del Santuario di Apollo Ylatis, dio protettore delle foreste che nell’antichità coprivano le colline oggi brulle. Costruito nel VII secolo a.C. e utilizzato fino al 365 d.C., quando fu distrutto da un terremoto. Entrando nell’area archeologica vi sono i bagni costruiti da Traiano (98-117 d.C.), il complesso delle palestre con i resti di una imponente giara di pietra per l’acqua. Poco lontano si staglia la mole del Castello di Kolossi, interessante fortezza militare.
Dopo un tratto di strada che costeggia il Lago salato popolato da fenicotteri rosa e da uccelli migratori, attraverso i canneti si raggiunge il singolare monastero dedicato a San Nicola dei gatti, Agios Nikolaos ton Gaton. Arrivo a Limassol, la seconda città di Cipro dopo Nicosia. È un centro urbano in buona parte moderno, caratterizzato dalle strutture del porto commerciale e dalla presenza delle fabbriche che producono la maggior parte delle merci industriali cipriote.
Check-in presso l’hotel Kapetanios Odyssa o similare. Cena e pernottamento in hotel.

Lunedì 19 marzo 2018 – 4°giorno
Prima colazione e check-out dall’hotel. Partenza per il Massiccio dei Troodos, il vero custode dell’anima più  tradizionale e profonda di Cipro. Da qui provenivano le ricchezze che in passato resero celebre l’isola nel Mediterraneo: il rame e il legname che, dal I millennio a.C., fu utilizzato per costruire ed equipaggiare le navi dei mercanti e dei soldati. Le case di pietra con le balconate di legno sono ancora un elemento essenziale del paesaggio umano. Le comunità di monaci bizantini che si rifugiarono su queste montagne fondarono numerosi monasteri, cappelle e piccole chiese che oggi sono una delle mete artistiche più ragguardevoli del Mediterraneo orientale, inserite a pieno titolo nel Patrimonio mondiale dell’Unesco, che ne comprende ben dieci.
Sosta per il pranzo a Kakopetria (660 m), paese molto apprezzato come luogo di villeggiatura, dove si trovano numerosi bar, negozi e ristoranti.
Visiteremo alcune delle famosissime chiese bizantine, fra cui la chiesa di Panagia Phorviotissa (di Asinou), gioiello architettonico impreziosito da un meraviglioso ciclo di affreschi bizantini. Trasferimento a Nicosia. Dal 1963-64 la città è divisa in due parti dalla Linea Verde: la parte meridionale, greca, capitale della Repubblica di Cipro (230.000 e la parte nord (85.000 ab.) capitale che ospita i palazzi e i ministeri della Repubblica turca di Cipro Nord. Check-in presso il Centrum Hotel o similare.
Cena e pernottamento in hotel.

Martedì 20 marzo 2018 – 5° giorno
Prima colazione in hotel. Visita del Museo archeologico di Cipro, che espone reperti di età classica (greca e romana) ma soprattutto oggetti talvolta eccezionali di epoca preistorica e protostorica che testimoniano l’importanza dell’isola come crocevia culturale del mondo antico. Attraverso la Porta di Pafos, uno dei tre antichi accessi al centro storico, entriamo all’interno delle mura veneziane dove si trovano i monumenti più interessanti dell’antica Nicosia. Faremo una passeggiata nel quartiere popolare pedonalizzato (Laiki Yiitonia) per le vie strette e talvolta tortuose che si snodano fra fascinose case ottocentesche e discutibili palazzi moderni. Nel complesso dell’Arcivescovado è accolto il notevole Museo bizantino che espone la più interessante collezione di icone  dell’isola: più di centocinquanta opere, che spaziano dal XIII secolo al XVIII.
Pranzo libero. Attraverso il check-point si entra nella parte nord della città. Visita del caravanserraglio Büyük Han, una delle più interessanti strutture pubbliche edificate dagli Ottomani a Nicosia dopo la conquista. La struttura, restaurata di recente offre la possibilità di una sosta in uno dei bar e di visitare interessanti negozi di artigianato e souvenir.  Proseguimento per la visita alla moschea di Selimye Cami, imponente struttura che in origine era la cattedrale gotica di S. Sofia.
Rientro in hotel. Cena e pernottamento in hotel.

Mercoledì 21 marzo 2018 – 6° giorno
Prima colazione e check-out dall’hotel. Partenza per un’interessante visita guidata al sito archeologico di Chorokoitia, abitato dal VII al IV millennio a.C., uno dei più importanti del Mediterraneo orientale, dichiarato nel 1998 Patrimonio dell’umanità dell’UNESCO. Nelle aree scavate sono visibili le fondamenta di numerose abitazioni di forma circolare molto vicine fra loro e protette da una alta muraglia. Il colpo d’occhio generale sui resti di Choirokoitia è davvero straordinario.
Proseguimento verso Larnaca, importante città sulla costa meridionale di Cipro. Nonostante la sua storia millenaria che risale all’epoca della colonizzazione micenea, la veloce crescita residenziale ha cancellato l’atmosfera mediorientale ed è diventata un centro turistico e balneare. Concluderemo il viaggio con la visita alla Agios Lazaros (chiesa di San Lazzaro), edificata a partire dal IX secolo sul luogo dove erano state fortunosamente riscoperte le spoglie del santo. In direzione del mare si entra nell’antico quartiere turco dove sono attivi molti laboratori e negozi di ceramisti che operano in due direzioni.
Pranzo libero e trasferimento all’aeroporto per il rientro con volo Lufthansa via Monaco, in partenza alle 17.05. L’arrivo all’aeroporto di Torino Caselle è previsto alle 22.50.

SCHEDA TECNICA
Quota individuale di partecipazione € 1.115,00 – Supplemento singola: € 230,00
Tasse aeroportuali: €195,00 (soggette a riconferma in fase di emissione dei biglietti
Eventuale assicurazione per rinuncia in doppia: € 26,00 – in singola: € 35,00

La quota comprende:
Trasporto aereo da e per l’Italia con voli di linea in classe economica con operativi come sopra, trasferimenti da e per l’aeroporto di Larnaca, 5 pernottamenti negli alberghi indicati o similari con trattamento di mezza pensione (5 prime colazioni e 5 cene in albergo con menù standard e bevande incluse nella misura di ¼ di vino e ½ lt. di acqua minerale), accompagnamento culturale di uno storico dell’arte, pullman privato e guida locale professionale parlante italiano per le escursioni previste dal programma (per le visite nella parte turco cipriota sarà affiancata da una seconda guida locale), ingressi a tutti i siti di interesse indicati nel programma, assicurazione medico-bagaglio.

La quota non comprende:
Eventuale assicurazione per rinuncia, facchinaggio, mance per le guide e gli autisti: vi segnaliamo che è buona abitudine considerare e dunque aggiungere alle quote sopra menzionate un forfait mance per guide ed autisti pari a circa €20,00 a partecipante, extra di carattere personale e quanto non specificato alla voce “La quota comprende”.

Numero minimo e massimo di partecipanti: 16 – 30

Iscrizioni e pagamenti

Acconto: €350,00 entro il 10 gennaio 2018
Saldo: entro il 9 febbraio 2018

La quota di iscrizione e le eventuali assicurazioni per rinuncia vanno saldate al momento dell’iscrizione. I pagamenti possono essere effettuati con assegno, bancomat o carta di credito presso i nostri uffici (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 19) oppure con bonifico bancario intestato a:
Raggiungere Tour Operator – Monte dei Paschi di Siena
IBAN IT 38 Q 01030 20000 000000281052
Indicando nella causale «Cipro + cognome e nome + n° partecipanti».

Penalità per rinuncia
10% dal giorno dell’iscrizione fino a 60 giorni dalla partenza
30% da 59 a 46 gg. prima della partenza
50% da 45 a 31 gg. prima della partenza
75% da 30 a 15 gg. dalla data di partenza
100% 14 gg. prima della partenza


Compila il modulo di adesione online

Scarica il programma in pdf
Scarica il modulo di adesione cartaceo